Pubblicato il

Tensioni Litostatiche

Lo stato tensionale esistente in un punto del terreno dipende dal peso proprio, dalla storia tensionale, dalle condizioni di falda e dai carichi esterni ad esso applicati. L’applicazione consente di determinare le tensioni verticali dovute al peso proprio.
La conoscenza di tali tensioni, definite geostatiche, è di rilevante importanza per una corretta interpretazione delle prove in situ, delle prove di laboratorio ed anche quando in pratica si ricorre all’analisi limite per la soluzione dei problemi di stabilità.

Per gli applicativi desktop per la geotecnica visita: geostru.eu/geotecnica

Maggiori informazioni

Un caso semplice quello di un terreno delimitato da una superficie orizzontale: in tale situazione:
– ogni sezione verticale può considerarsi di simmetria, non esistono sui piani verticali ed orizzontali tensioni tangenziali;
– le tensioni verticale σvo e orizzontali σho sono tensioni principali;
– la tensione verticale totale σvo alla generica profondità z è data semplicemente, nel caso di terreno omogeneo con peso unitario totale pari a  γ, dalla relazione:
σvo·z
e, nel caso di terreno stratificato:
σ’vo=Σγi·zi
– la tensione verticale efficace σ’vo si calcola, note le condizioni di falda e perciò noto il valore della pressione dell’acqua uo, dalla seguente relazione:
σ’vovo-uo